La Padania, terra di origine del Provolone Valpadana D.O.P. Il contesto sociale e caseario

Il documento "La Padania terra di origine del Provolone Valpadana" è stato scritto dal Dr. Ottavio Salvadori Del Prato - Agronomo e Professore di Tecnologia Lattiero Casearia presso la Scuola Superiore Lattiero Casearia di Lodi - assieme alla Dott.ssa Tarcisia Colombo - Dottore in Scienze Agrarie.

Per una maggiore comprensione il documento è stato suddiviso in due parti. Nella seguente intitolata "Il contesto sociale e caseario", il tema trattato verte sui fattori naturali, ambientali, agricoli, umani e produttivi che legano la Padania alla produzione di Provolone Valpadana D.O.P..

Di seguito potrete consultare Indice e i vari capitoli della prima parte.

Indice

In questa prima parte potrete consultare i capitoli: La nascita e lo sviluppo dell'industria casearia padana, Le figure produttive, i casoni,i casari, La produzione casearia attuale in Italia e in Padania.

La nascita e lo sviluppo dell'industria casearia padana

La Pianura Padana, sia pure come centro di transumanza invernale, aveva fin dal medioevo concentrato la produzione lattea e casearia italiana. Le mandrie lattifere, dai pascoli delle Alpi Retiche, scendevano in autunno a svernare in pianura. Con l'avvento dell'età comunale e di tempi meno imbarbariti, alla transumanza seguì la posa stanziale in aziende agrarie ubicate nelle zone irrigue, nelle quali il latte veniva anche trasformato in formaggio. A questo passaggio, unito alla copiosa produzione di foraggi frutto delle bonifiche e delle canalizzazioni, si deve la trasformazione dell'agricoltura padana e della sua industria casearia.

Le figure produttive, i casoni,i casari

L'organizzazione sociale delle zone rurali bonificate non tardò ad adeguarsi a questa rivoluzione produttiva che metteva il formaggio tra le prime fonti di ricchezza, tanto che gli abitati rurali iniziarono ad organizzarsi di conseguenza. E' di allora la denominazione degli insediamenti rurali in "cascine" o in "casoni". Il "casone" padano è sostanzialmente una cascina (...)  Il "casaro", figura fondamentale nella storia del formaggio italiano, ha assunto nei secoli aspetti ed attributi, differenti, ma sempre di primo piano.

La produzione casearia attuale in Italia e in Padania

L'Italia, tra i singoli Paesi produttori, si colloca al 5° posto mondiale per il formaggio, dopo gli Usa, l'URSS, la Francia e la Germania Federale. Ricordando che l'Italia è all'8° posto per la produzione di latte, se ne ricava che il nostro è essenzialmente un paese caseario. 
Nell'ambito della CEE, l'Italia produce principalmente formaggi duri e semiduri. Nella produzione italiana, di particolare rilievo risulta il comparto dei formaggi Tipici e con Denominazione di Origine che rappresentano, tra quelli derivati da latte Vaccino ed Ovino, ben il 41% dell'intera produzione casearia.
Omeganet - Internet Partner